AC_5Maggio News

Sabato 5 maggio incontro diocesano di Azione Cattolica


locandina_5maggio_ACSabato 5 maggio, dalle 16.30 alle 21.00, presso il Seminario diocesano “Giovanni Paolo I” di Cassano all’Ionio, si svolgerà l’incontro diocesano Unitario di Azione Cattolica dal tema: “Il giovane cammina più veloce, ma l’anziano conosce la strada: custodire il mondo del Lavoro e le Persone che lo vivono”.

“L’incontro – spiega la presidenza diocesana guidata da Angela Marino – sarà scandito dalla testimonianza di Fabio Cifuni, Segretario del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica della diocesi di San Marco-Scalea e Amministratore Cooperativa Sociale Progetto “Germano”, che, dopo aver ascoltato gli interventi dei nostri referenti (Adulti, Giovani e Mlac), tenterà di aiutarci, attraverso la sua testimonianza, a capire quanto sia importante metterci la faccia, mettersi in gioco, mettersi all’opera custodendo la propria terra, avendo cura delle persone e non dimenticandosi della Festa, la quale non può ridursi a tempo libero con cui lucrare ma deve essere spazio per la creatività personale e per i rapporti; tempo per vivere la gratuità e la contemplazione.

Il pomeriggio proseguirà con il dibattito e con la Veglia di Preghiera per i Lavoratori.

[CLICCA SUL PROGRAMMA PER INGRANDIRE]

programma_5maggio_AC

“In questo anno associativo – sottolineano Angela Marino, il segretario diocesano dell’AC, Enrico Martire e l’assistente unitario, don Gianni Di Luca – tutta l’Azione Cattolica è impegnata a lavorare sul verbo: custodire. Custodire perché Centocinquanta anni di storia associativa sono un dono, un’eredità preziosa che chiede di essere custodita. Custodire significa rinunciare alla logica della «semplice amministrazione» (Documento di Aparecida, 201) per abbracciare quella del dono senza riserve. Custodire attraverso la vita, attraverso la storia, attraverso gli adulti, attraverso i giovani, attraverso i bambini, attraverso la città, attraverso il lavoro. Inoltre questo anno ci vede impegnati con il Sinodo dei Giovani ed è necessario anche per la Chiesa locale esaminare il modo in cui pensa ai giovani e si impegna per loro, in modo da essere una guida efficace, rilevante e vivificante nel corso della loro vita. I giovani sognano maggiori opportunità, vogliono essere ascoltati e cercano aiuto a trovare la loro vocazione, in tutti i suoi significati. Cercano opportunità di istruzione, di lavoro e di costruire un mondo migliore. Agli adulti, dunque, la sfida di accompagnare i nostri giovani aprogettare il loro futuro.”