lauropoli News

A Lauropoli è ancora vivo il ricordo della settimana di preghiera alla Madonna di Fatima


13_ottobre_LauropoliVenerdì 13 ottobre celebrazione eucaristica per commemorare il centenario
dell’apparizione della Madonna a Fatimavescovo_Madonna_Fatima

La comunità parrocchiale dei Sacri Cuori, di Lauropoli, ha vissuto, nei giorni scorsi, un’intensa settimana di preghiera e di spiritualità vissuta dal 17 al 23 settembre scorsi, grazie all’accoglienza della statua della Madonna di Fatima.

La parrocchia, guidata da don Attilio Foscaldi (nella foto sotto) insieme con il Pastore della Chiesa cassanese, mons. Francesco Savino (nella foto mentre incorona la statua), si è stretta attorno alla “Regina e Sovrana del cielo e della terra”, che “ha posato – riflettono i parrocchiani di Lauropoli – qui fra noi la sua dimora donandoci la concordia, l’amorevolezza fra noi, il desiderio di pregare, l’amore per la santa messa, la gioia di servirla nella comunità”. Sono infatti gli stessi parrocchiani a ricordare l’intenso momento vissuto: “Tutti e dico tutti si sono mobilitati nel prodigarsi affinche’ la nostra cara Madre Celeste potesse avere un’accoglienza degna di Lei. Nessuno ha lesinato tempo e fatica conciliando tutto con i propri impegni lavorativi e di famiglia. Tutti insieme, tutti con amore, tutti in un unico battito d’amore per Maria.”

don_AttilioSia la mattina e così anche la sera la parrocchia dei Sacri Cuori è stata sempre colma di gente “che veniva per pregare, per lodare, per ricevere il sacramento della confessione, per ricevere Gesù. Sembrava di essere in uno dei tanti importanti santuari mariani. E che dire delle lodi, dei vespri quotidiani recitati con amore con tanta devozione – continua una parrocchiana -. Tutto Lei la nostra Madre ha reso possibile, ha reso bello, ha reso santo. Vorrei oggi, inoltre, ringraziare a nome della comunità – conclude la fedele – tutti i portatori cioè coloro che hanno accompagnato la Madonna di Fatima in processione per le vie del nostro paese fino al suo ingresso solenne in parrocchia. In questi uomini e giovani abbiamo visto la fede, la dedizione, l’amore verso Maria, a loro diciamo : “ Grazie “.

L’invito finale è a fare proprio il messaggio che la Madonna di Fatima affidò ai pastorelli, il 13 maggio 1917: “Pregate tutti i giorni il Santo Rosario per la pace, sacrificatevi per i peccatori, con rinunce offerte a Gesù.”