News

Visita istituzionale del Vescovo al Comune di Cassano mons. Savino: “Organizziamo la speranza”


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

«Grato a voi tutti, a Lei Sindaco, Assessori, Presidente del civico consesso, il Comandante della Polizia Municipale, il Segretario Comunale, il Direttore degli affari Generali e alcuni Dipendenti, per la squisita accoglienza che avete voluto riservarmi nell’incontro istituzionale di Venerdì 2 ottobre u.s.

E’ stata una bella occasione, direi un kairòs, per condividere pensieri lunghi e profondi per il bene comune nel rispetto dei ruoli, della laicità e autonomia della politica, nel segno di quella sussidiarietà verticale che fa tanto crescere i territori laddove si realizza.

Gli argomenti più vari, dalla sanità all’ambiente, dalle infrastrutture al centro storico per una sua riqualificazione, sono state le tematiche su cui maggiormente abbiamo dialogato.

Un progetto che mi sta a cuore da voler condividere con la Sua Amministrazione, egregio Sindaco, e in particolare con l’Assessore del ramo alle politiche sociali, la dott.ssa Alessandra Oriolo, è “L’appetito vien studiando”, che mira a coinvolgere i bambini e i ragazzi, pre-adolescenti e adolescenti del centro storico, al fine di educarli al rispetto delle regole e non solo per una loro futura cittadinanza responsabile.

A giorni chiederò un incontro con la dott.ssa Oriolo per elaborare concretamente il progetto da realizzarsi presso la struttura-centro “San Domenico”.

Colgo ancora una volta l’occasione per ribadire la mia disponibilità ad essere un “Vescovo fatto Popolo” testimoniando quella Chiesa in uscita, ospedale da campo, di Papa Francesco che più di un anno fa ha visitato la nostra Diocesi lasciando in tutti un ricordo indelebile.

Di questo ringraziamo il Vescovo Emerito don Nunzio Galantino, ora Segretario della CEI, che tanto si adoperò per la riuscita della Visita Pastorale di Papa Francesco.

Se non vogliamo “lasciarci rubare la speranza” è urgente “organizzarla” concretamente nel nostro territorio a partire dalle persone più impoverite e più fragili.

Colgo l’occasione per salutare Lei, la Giunta, il Consiglio Comunale il Segretario Comunale e tutti i Dipendenti augurandoci che il Comune di Cassano allo Ionio sia un avamposto di una amministrazione capace di declinare i bisogni della gente e risposte concrete.

Cordialmente saluto.

+ don Francesco
Vescovo di Cassano all’Jonio

visita_Vescovo_Comune_CassanoVisita istituzionale del Vescovo della Diocesi di Cassano All’Ionio, S. E. Rev. ma Mons. Francesco Savino al Palazzo di Città.

A fare gli onori di casa il primo cittadino, Giovanni Papasso, gli assessori comunali, Paola Grosso, Alessandra Oriolo, Luigi Garofalo, Stefano Petrosino e Salvatore Tricoci, il presidente del civico consesso, Mario Guaragna, il comandante della Polizia Municipale, Pietro Atene, il segretario comunale, Antonio Fasanella, il direttore degli affari generali, Salvatore Celiberto e alcuni dipendenti. Presente anche in alta uniforme due unità dei vigili urbani per rendere omaggio a quel presule che in appena 100 giorni ha conquistato il cuore di tutti i cassanesi.

“Ringraziamo Mons. Francesco Savino per esserci venuto a far visita” ha dichiarato nel suo dire, tra l’altro, il Sindaco Papasso “allorquando si insediò in Diocesi, dopo aver intrapreso i primi contatti io e la Giunta ci dicemmo disponibili ad andare a fargli visita in Episcopio, ma lui molto umilmente ci rispose dicendo e promettendo che sarebbe, invece venuto lui da noi. E oggi quella promessa è stata mantenuta. Lei, carissima Eccellenza” ha continuato Papasso “è stata una vera benedizione per il nostro paese. Da quando è arrivato ha girato in lungo e in largo la Diocesi e sta la maggior parte del suo tempo in mezzo alla gente. Quella stessa gente che ha bisogno della guida spirituale e umana. Noi come amministrazione siamo aperti al confronto e alla collaborazione con la Diocesi affinchè si possa intessere un dialogo tra due delle istituzioni principale che solo collaborando possono portare grandi risultati alla popolazione. Tanti i progetti e le proposte che abbiamo in cantiere da sottoporre alla sua attenzione e sappiamo che lei, con la sua voglia di fare e disponibilità ci verrà incontro per permetterci di realizzarli. Cassano ha bisogno di un pastore presente la cui guida spirituale e umana sia da traghetto per lo sviluppo dei progetti.” Molti gli argomenti trattati durante il dialogo tra gli amministratori: la sanità, l’ambiente e le infrastrutture, passando per i progetti messi in cantiere dall’amministrazione comunale e dalla Diocesi di Cassano All’Ionio. “Ho detto sin dal primo istante del mio insediamento” ha risposto il Vescovo della Diocesi di Cassano don Francesco Savino “di voler essere un Vescovo fatto popolo, un pastore che odori di pecore. Il modello da voler realizzare, come dice Papa Francesco, è quello di una Chiesa in uscita aperta ad ascoltare i bisogni della gente e no che resta chiusa nelle proprie stanze ad osservare il tempo che scorre. Come disse un grande Vescovo, don Tonino Bello, voglio essere un Vescovo fatto popolo alla sequela di Gesù ma sul passo degli ultimi. Questi primi 100 giorni” ha continuato il presule “li ho trascorsi a conoscere la mia Diocesi e la sua gente. La Calabria è una terra bellissima. I calabresi sono un popolo dal grande cuore che a volte paga lo scotto di un modo di amministrare sbagliato. Io mi impegnerò, per quanto mi sarà possibile di collaborare con le amministrazioni, anche sulla scia della mia esperienza bitontina. Ricordatevi sempre che il Vescovo c’è”.

Prima dei saluti il presule cassanese è stato omaggiato dagli amministratori di una foto che riatrae un momento importante del suo ingresso in Diocesi lo scorso 30 di maggio: la consegna delle chiavi della città.

Dopo aver abbracciato uno ad uno gli intervenuti Mons. Francesco Savino è partito alla volta di Roma dove parteciperà in Piazza San Pietro alla Veglia di preghiera voluta da Papa Francesco in occasione del Sinodo delle famiglie.

Cassano all’Ionio, 3 ottobre 2015

Portavoce del Sindaco